ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI DOUBLE B
{ Double never spams }
Viso

I principi attivi delle maschere: quelli che aggiungono

18 Dicembre, 2020
Maschere viso: principi attivi che aggiungono

Un paio di settimane fa abbiamo iniziato a parlare di maschere viso e del principio fisico di occlusione – se te lo sei perso, ecco il link.

Oggi ti vorrei portare con me all’interno dell’INCI per vedere insieme quali sono gli ingredienti, i principi attivi che dovrebbe avere una maschera che aggiunge qualcosa alla tua pelle, quindi una maschera idratante, nutriente, rimpolpante, antirughe. 

Prima però, una doverosa premessa: la pelle è un organo che fa parte del nostro corpo e che – come ogni altro organo – riceve nutrimento prima di tutto dall’interno. Proprio per questo motivo la pelle è anche la prima a soffrire di eventuali carenze: il corpo non è cretino e se ha poca acqua da distribuire in giro non andrà a toglierla al fegato o al cuore per darti una bella pelle luminosa e idratata, la toglierà dove “serve” di meno, cioè dall’epidermide.  Oltre ad una corretta skincare quotidiana potrebbe essere opportuno dare periodicamente alla pelle una “botta di vita” con una maschera idratante e nutriente – ad esempio una volta a settimana. 

Cosa ci dovrebbe essere dentro questa “botta di vita”?

Abbiamo un sacco di opzioni: possiamo scegliere ingredienti

  • Idratanti
  • Nutrienti
  • Lenitivi
  • Rimpolpanti
  • Antiossidanti

Ti faccio qualche esempio: oli e burri nobili, come l’argan, il jojoba, il karité o l’olio di mandorle dolci sono tutti ingredienti nutrienti, perché aggiungono lipidi alla pelle. 

Gli ingredienti idratanti invece sono quelli che aggiungono acqua, come il mio amato acido ialuronico. Questo ingrediente, in particolare, a seconda del suo peso molecolare può essere semplicemente idratante o addirittura rimpolpante: le micro sfere di ialuronico che ho messo nel mio contorno occhi #megliodelfiller hanno proprio questa azione, perché penetrano nell’epidermide, si gonfiano dell’acqua che evapora naturalmente dal nostro derma profondo e gonfiandosi distendono dall’interno le rughe e i segni di espressione.

Altri ingredienti interessanti per questo tipo di maschere possono essere quelli lenitivi, come gli estratti di piante officinali – penso alla camomilla, alla calendula – oppure l’aloe che ha bellissime proprietà rinfrescanti.

Infine, mi piacciono sempre gli ingredienti che contrastano i radicali liberi, che come sai sono una delle prime cause dell’invecchiamento cutaneo. 

A proposito dei radicali liberi: se ti sei sempre chiesta cosa sono puoi provare a immaginare le palline di un flipper che schizzano da tutte la parti come impazzite, colpendo (e distruggendo) tutto quello che incontrano nella loro traiettoria. Toh, una fibra di collagene. BUM! Rotta. Uh, una molecola di DNA: CRASH, rotta.
Questo è lo stress ossidativo

Gli ingredienti antiossidanti (vitamina E e vitamina C ad esempio) sono sostanze capaci di contrastarli perché si legano ai radicali liberi e impediscono loro di andare in giro a distruggere tutto quello che trovano e quindi anche questi sono ingredienti che vogliamo trovare dentro una maschera viso.

Nel prossimo articolo invece parleremo delle maschere che “tolgono”, ovvero quelle che liberano la tua pelle da sebo in eccesso, imperfezioni e impurità.


 

Vuoi iscriverti alla mia newsletter? Clicca qui!, oppure se vuoi puoi visitare il mio Shop Online

 


You Might Also Like