ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI DOUBLE B
{ Double never spams }
Browsing Category

Viso

Bellezza Diy, Stiamobio, Viso

Maschera Viso Anti Freddo

Gennaio 15, 2018

Come sempre ti servono pochissimi ingredienti:
– miele
– 1 banana matura
– 1/2 avocado maturo
olio di cocco

In una ciotola schiaccia con una forchetta la polpa della banana e dell’avocado (puoi anche frullarli: se ottieni una consistenza troppo liquida diminuisci un po’ le dosi degli altri ingredienti). Aggiungi 1 cucchiaio di miele ed uno di olio di cocco, poi scalda tutto a bagnomaria o nel microonde per pochissimi secondi: non devi ustionarti la faccia, solo intiepidire la maschera!

Applica sul viso perfettamente pulito — se ce l’hai metti qualche goccia del mio siero viso prima della maschera — e tieni in posa per 10–15 minuti. Il tepore allargherà i pori e permetterà alla tua pelle di assorbire meglio tutti i nutrienti, oltre ad essere una coccola davvero rilassante!

Alla fine del tempo di posa sciacqua il viso con acqua tiepida e applica un velo di crema idratante — se hai la pelle molto secca, nessuno ti impedisce di usare questa come crema viso!

P.S. Questo è un estratto della mia Newsletter settimanale, che arriva tutti i lunedì. Se ti è piaciuto puoi iscriverti qui. Se invece vuoi tornare al mio sito puoi cliccare qui.


 

Vuoi iscriverti alla mia newsletter? Clicca qui!, oppure se vuoi puoi visitare il mio Shop Online

 


Beauty Routine, Bellezza Diy, Pelle, Skincare, Viso

Ti piace il sushi? Mettitelo in faccia!

Ottobre 23, 2017

Non sono impazzita, ho solo una fantastica ricetta per una maschera viso super idratante alle alghe!* Gli ingredienti sono semplici da reperire, il procedimento invece è un filino più complesso del solito. Iniziamo!

Ti servono (ti do le dosi originali, in tazze):
– 1/2 tazza di caffè — inteso come caffè americano, quello lungo, ovviamente fatto raffreddare
– 1/2 cetriolo 🥒, pelato e tagliato a pezzi
– 1 foglio di alga kombu, la trovi nei negozi di alimenti etnici, nei supermercati ben forniti o su Amazon

Il procedimento:
1) Frulla assieme il caffè e il cetriolo, versa il liquido in una ciotola e metti in infusione le alghe — se le compri già a pezzetti bene, se invece le trovi a fogli ti consiglio di ritagliare tante strisce;
2) Lascia in ammollo finché le alghe non saranno completamente reidratate;
3) Imbevi un dischetto di cotone nel liquido e passalo sul viso, poi prendi i pezzi di alga, strizzali bene e applicali sulla pelle, concentrandoti sulle aree che senti più secche;
4) Lascia in posa per 10–15 minuti, poi sciacqua con acqua tiepida e asciuga tamponando il viso con un asciugamano.

Perché funziona?
A parte il folle divertimento di travestirti da mostro marino per un quarto d’ora (io voglio organizzare un party con le amiche e farla fare a tutte!) questa maschera è perfetta per le pelli molto secche perché:
– le alghe sono ricchissime di vitamina B (infatti dovremmo anche aggiungerle alla nostra alimentazione) e hanno la capacità di drenare via le tossine dalla pelle;
– il cetriolo è naturalmente idratante e contiene le vitamine C, K e A (cioè retinolo!);
– il caffè (strano ma vero) è antiossidante.

Come sempre voglio sapere se la provi!

*L’ho trovata sul libro “Skin Cleanse” di Adina Grigore, la founder di un beauty brand americano che mi ha ispirata moltissimo quando ho deciso di fondare Double B — come filosofia intendo, i suoi prodotti sono un po’ troppo basic per i miei gusti. Nel senso: bella la crema viso fatta con solo 4 ingredienti, ma in pratica è come usare olio puro sulla faccia!

P.S. Questo è un estratto della mia Newsletter settimanale, che arriva tutti i lunedì. Se ti è piaciuto puoi iscriverti qui. Se invece vuoi tornare al mio sito puoi cliccare qui.


 

Vuoi iscriverti alla mia newsletter? Clicca qui!, oppure se vuoi puoi visitare il mio Shop Online

 


Detox, Pelle, Skincare, Viso

Beauty Journaling: il diario di bellezza

Ottobre 16, 2017

Premessa
Ricevo spesso messaggi che suonano più o meno così: “la mia pelle è impura/secca/grassa/mista/coi brufoletti/aggiungi-sciagura-a-caso e uso il prodotto XX: tu che mi consigli?!
La mia risposta in genere è: “Mandami l’INCI del prodotto XX e vediamo se va bene”.
La mia — purtroppo — è una risposta sbagliata.
A voler essere proprio precisa, dovrei chiedere: “Ma tu, quali e quanti prodotti usi?!

Facciamo due conti
Mi spiego meglio: nella migliore delle ipotesi ogni giorno mettiamo su viso e corpo un minimo di 20 prodotti — e mi sto tenendo bassa!
Parto con la lista, in ordine sparso: detergente viso, crema idratante, fondotinta, cipria, blush, correttore, struccante, shampoo, balsamo, docciaschiuma, mascara, ombretto, matita labbra, rossetto, burrocacao, dentifricio, crema corpo, contorno occhi, siero, trattamenti spot on per i brufoli.

Ciascuno di questi prodotti è composto da — come minimo!! — 10 ingredienti.
Visto che la matematica non è un’opinione, ogni giorno ci mettiamo addosso oltre 200 ingredienti cosmetici — non entro qui nel merito se siano naturali o meno — e sono tantissimi! Troppi per riuscire a stabilire quale sia il prodotto incriminato che provoca la pelle “impura/secca/grassa/mista/coi brufoletti/sciagura-a-caso”.

E non voglio sentirti dire che la pelle “impura/secca/grassa/mista/coi brufoletti/sciagura-a-caso” ce l’hai sempre avuta: la maggior parte delle persone ha una pelle normale, in grado di funzionare benissimo da sola, se lasciata stare!

Double cosa mi consigli?!
Ti consiglio il beauty journal: è il primo step verso la conquista di una pelle davvero bella!
Se sei stata una volta nella vita dal nutrizionista probabilmente conosci il food journal, o diario alimentare: il beauty journal è la stessa cosa! Devi scrivere per qualche giorno — facciamo una settimana per sicurezza — tutti i prodotti cosmetici che usi durante le 24 ore.
Tutti, nessuno escluso.
Qualunque cosa tocchi la tua pelle — il sapone del bagno dell’ufficio, il gel disinfettante che tieni in borsa, il deodorante — dev’essere scritto nel beauty journal.

Nello stesso tempo, tieni sotto stretta osservazione la tua pelle: noti irritazioni, arrossamenti, brufoletti, zone secche, aree lucide? Se la risposta è sì, chiediti quando sono comparsi.

Esattamente come nel food journal, potresti notare delle correlazioni che ti erano sfuggite: labbra screpolate dopo aver lavato il viso con quel detergente, brufoletti sulla schiena comparsi dopo aver cambiato shampoo…
Non è detto che si tratti di cosmetici con INCI brutti: potresti anche scoprire di avere una lieve forma di allergia/intolleranza ad un ingrediente naturale — ho tante amiche che non tollerano l’aloe, ad esempio!

Se ne hai voglia, prova a tenere il beauty journal e poi fammi sapere come va, io sono sempre qui se hai bisogno di dritte e consigli!

P.S. Questo è un estratto della mia Newsletter settimanale, che arriva tutti i lunedì. Se ti è piaciuto puoi iscriverti qui. Se invece vuoi tornare al mio sito puoi cliccare qui.


 

Vuoi iscriverti alla mia newsletter? Clicca qui!, oppure se vuoi puoi visitare il mio Shop Online

 


Skincare, Viso

#MeglioDelFiller — come nasce il nuovo contorno occhi di Double B

Maggio 29, 2017

Se mi segui sui social avrai visto qualche post con l’hashtag #MeglioDelFiller.
Non l’ho scelto a caso.
Ma andiamo con ordine, così ti racconto tutto per bene.

Ti capita mai di guardarti allo specchio e pensare “Devo smettere di sorridere, guarda lì quante rughe!”?
A me sì.
Due anni fa ho addirittura provato — per la prima e unica volta — a fare il filler di acido ialuronico da un chirurgo plastico.
Non mi è piaciuto per niente.
A parte il dolore lì sul momento delle iniezioni, non mi piaceva l’effetto: le rughe erano riempite, ma mi sembrava di avere la faccia gonfia.
In pratica, sembravo un criceto!
“Non fa per me”, mi sono detta.
Però una soluzione andava trovata!

Tra pochi giorni sarà il mio compleanno — quest’anno sono 38 — e avevo voglia di farmi questo regalo: formulare un prodotto che facesse davvero sparire le rughe.
Mi sono chiusa in laboratorio e con l’aiuto dei fantastici ragazzi che lavorano lì ho tirato fuori questo miracolo.
Lo so: miracolo è un termine improprio.
Ti dico sempre che “i miracoli in boccetta non esistono”.
In effetti, se fosse davvero un miracolo, basterebbe solo la prima applicazione per avere l’effetto sperato — e quindi sarebbe un silicone!

Questa crema per il contorno occhi e per le linee d’espressione contiene — ovviamente!! — solo ingredienti 100% di origine naturale e quindi ci vuole un po’ di costanza nell’applicazione, ma i risultati si vedono.
Eccome se si vedono!

La “magia” la fanno i due tipi di acido ialuronico:

  • uno a basso peso molecolare, che resta sulle superficie dell’epidermide e ne garantisce un alto livello di idratazione
  • l’altro fatto a micro-sfere, che penetrano nel primo strato della cute e assorbono l’acqua che evapora dal derma profondo. Queste sfere si gonfiano rapidamente — fino a mille volte il loro peso originario — e in questo modo distendono la pelle dall’interno, aiutando a riempire le rughe più profonde.

A completare il cocktail ci ho messo l’olio di Argan che ha capacità antiossidanti eccezionali e contrasta la formazione dei radicali liberi. Gli effetti si vedono nel giro di un paio di settimane, poi ovviamente più passa il tempo e meglio è.

Lo sto usando mattina e sera da quasi tre mesi — non ho ancora finito il flacone da 15ml, dura tantissimo — e ne sono assolutamente entusiasta! La mia routine ideale è: siero antiage + contorno occhi + crema viso, ma sentiti libera di usarlo come preferisci!

Sono sicura che lo amerai!!


 

Vuoi iscriverti alla mia newsletter? Clicca qui!, oppure se vuoi puoi visitare il mio Shop Online

 


Diy, Green Beauty, Vegan, Viso

#TailoredTip: rimedio per una notte brava

Febbraio 8, 2016

Oggi TailoredTip semplicissimo ma molto efficace, per ottenere una faccia “presentabile” dopo una notte brava, durante la quale hai dormito poco (o niente) e bevuto molto (troppo). Il risultato di queste due azioni è sicuramente una faccia gonfia — di sonno e di alcool — con la quale non vorresti presentarti in giro: ho la soluzione per te! Ti servono:

  • Una bacinella abbastanza grossa, ma anche il lavandino va benissimo — io ho usato un’insalatiera solo per ragioni fotografiche
  • Un cetriolo tagliato a fettine
  • Ghiaccio — se hai i cubetti è meglio, io avevo in freezer solo l’iceberg che affondò il Titanic

Riempi la bacinella — o il lavandino — di acqua fredda, aggiungi i cubetti di ghiaccio e le fettine di cetriolo, lega i capelli, prendi un bel respiro e…tuffati! Lascia il viso nell’acqua gelida finché riesci a trattenere il fiato, puoi anche ripetere l’operazione una seconda volta se lo desideri. Infine asciuga delicatamente il volto e applica qualche goccia di siero, come questo.

Se hai la pelle molto sensibile agli sbalzi di temperatura — ad esempio se soffri di couperose — puoi provare una versione più soft: taglia il cetriolo a fettine, raffreddalo in frigorifero e poi applica le fette su tutto il viso pulito, lasciandole in posa una decina di minuti. Ci vuole un po’ più di tempo ma è sicuramente meno aggressivo sulla pelle.

Il freddo agisce come vasocostrittore e attenua il gonfiore, mentre il cetriolo ha proprietà decongestionanti ed idratanti. Sembra che questo sia uno dei rimedi beauty di Kate Moss che insomma….di notti brave se ne intende! 😉
Fammi sapere se ci provi e come ti ci trovi!

P.S. Questo è un estratto della mia Newsletter settimanale, che arriva tutti i lunedì. Se ti è piaciuto puoi iscriverti qui. Se invece vuoi tornare al mio sito puoi cliccare qui.


 

Vuoi iscriverti alla mia newsletter? Clicca qui!, oppure se vuoi puoi visitare il mio Shop Online

 


Antiage, Beauty Routine, Diy, Tailoredtip, Viso

#TailoredTip — il massaggio viso anti age

Ottobre 5, 2015

Dal Giappone una novità — l’ennesima?! — in campo beauty: un massaggio antirughe da eseguire ogni giorno, ideato dalla MUA Jukuki Tanaka. Serve a stimolare la circolazione del viso, ridurre gonfiori da ritenzione di liquidi e anche attenuare le rughe! In totale sono quattordici movimenti e tutti si concludono con un passaggio sui lati del collo, per stimolare il drenaggio dei liquidi.

Da circa tre settimane questo massaggio è entrato a far parte della mia beauty routine mattutina — vorrei dire anche di quella serale ma ehm, no, non sono così costante — e devo dire che è un’abitudine piacevolissima.

Non so se tre settimane siano sufficienti per vedere davvero dei risultati: di sicuro alla fine del massaggio viso anti age vedo la pelle più luminosa e compatta — immagino grazie alla stimolazione del microcircolo — e mi sembra anche che i contorni del viso siano, di giorno in giorno, più tonici. Inoltre è una mano santa quando al mattino mi sento la faccia gonfia, magari perché la sera prima ho fatto tardi.

Il massaggio deve essere eseguito sulla pelle perfettamente pulita, quindi come prima cosa lavo bene la faccia con il Detergente Viso, poi prendo una dose di Crema Viso (più di quella che userei normalmente, ma serve a far scivolare bene le dita sulla pelle, senza causare rossori) e inizio il massaggio, cercando di mantenere una pressione leggera e costante.

Hai notato come molte novità beauty degli ultimi tempi vengano dall’Estremo Oriente? Un paio di giorni fa, ad esempio, è uscito in Italia il libro Sette riti di bellezza giapponese, edito da Sonzogno e anche qui si fa riferimento al fatto che le donne giapponesi in genere sembrino più giovani della loro vera età. Non l’ho ancora preso, quindi non saprei dirti se uno dei sette riti sia il massaggio viso anti age, ma mi riprometto di leggerlo quanto prima.

Fammi sapere se provi il massaggio 🙂

P.S. Questo è un estratto della mia Newsletter settimanale, che arriva tutti i lunedì. Se ti è piaciuto puoi iscriverti qui. Se invece vuoi tornare al mio sito puoi cliccare qui.


 

Vuoi iscriverti alla mia newsletter? Clicca qui!, oppure se vuoi puoi visitare il mio Shop Online

 


Bellezza Diy, Diy, Green Beauty, Viso

Maschera all’argilla verde DIY

Marzo 9, 2015

Oggi voglio condividere con te la ricetta di una maschera viso all’argilla verde, perfetta per le pelli miste o grasse ma anche utilissima come trattamento spot on per le pelli secche e normali, che la useranno solo sul brufoletto da eliminare. In pratica: va bene per tutte e dura una vita, quindi falla e tienila a portata di mano!

Ti servono:

  • Argilla verde ventilata, 50grammi. Perfetta per la cura delle pelli grasse perché assorbe e regola l’eccesso di sebo, eliminando le impurità.
  • Caolino, 50 grammi. E’ un’altro tipo di argilla, meno “forte” della verde, con un elevato potete detergente ed assorbente.
  • Tea tree oil, 15 gocce. Antibatterico potentissimo, non va mai usato puro sulla pelle, ma mescolato e diluito con altre sostanze. Ha un odore abbastanza forte, ma ne useremo poco quindi…resisti!
  • Un contenitore abbastanza grande da contenere i 100 grammi di argille, con tappo

Come si fa: Metti le argille — non il tea tree oil — dentro il contenitore, avvita/chiudi il tappo e dai una bella agitata: vuoi che le polveri si mescolino bene, quindi immagina di essere un bravissimo barman che prepara un cocktail. Quando il mix sarà ben amalgamato apri con delicatezza il barattolo — le argille sono polveri leggere, ti consiglio di dare due colpetti al tappo prima di sollevarlo — aggiungi le gocce di olio essenziale, richiudi e shakera di nuovo. Fatto! Trattandosi di sole polveri e olio, questo preparato ti durerà un bel po’ se lo conserverai in un luogo asciutto.

Come si usa: Quando serve, prendi tre cucchiaini* del preparato, mettili in una ciotolina, aggiungi pochissima acqua — goccia a goccia, perché non vuoi una consistenza troppo liquida ma nemmeno il cemento — e applica sul viso ben pulito, con un pennello se vuoi essere chic, ma le mani vanno bene lo stesso. Tieni in posa non più di 10 minuti, poi lava via. A me piace usare prima una spugnetta morbida inumidita con acqua tiepida, per togliere il grosso della maschera, e poi lavare il viso con un po’ d’acqua.

Personalizzala! Questa è la ricetta “base”, puoi personalizzarla in base alle tue esigenze. Ad esempio se vuoi pulire la pelle e contemporaneamente idratarla, aggiungi alla maschera un cucchiaio di miele. Se invece vuoi potenziarne l’effetto anti acne, puoi aggiungereun po’ di gel di aloe….le combinazioni sono quasi infinite, sta a te trovare quella più adatta alla tua pelle.

Come sempre, fammi sapere se ti piace, se la fai, le tue modifiche….insomma, tutto!

  • tre cucchiaini sono la dose se vuoi fare la maschera a tutto il viso. Per un trattamento spot on da applicare solo sui brufoletti te ne serve molto meno, direi mezzo cucchiaino. Applica con le dita sull’imperfezione, tieni in posa e sciacqua. Fallo tutti i giorni fino alla scomparsa del brufolo.

P.S. Questo è un estratto della mia Newsletter settimanale, che arriva tutti i lunedì. Se ti è piaciuto puoi iscriverti qui. Se invece vuoi tornare al mio sito puoi cliccare qui.


 

Vuoi iscriverti alla mia newsletter? Clicca qui!, oppure se vuoi puoi visitare il mio Shop Online

 


Bellezza Diy, Oil Wash, Stiamobio, Viso

L’Oil Wash, come pulire a fondo la pelle con l’olio

Febbraio 16, 2015

So che può sembrare assurdo: lavare la faccia con l’olio! Ma ti assicuro che è il rimedio di bellezza naturale più semplice ed efficace che conosca e funziona su ogni tipo di pelle. Lo so perché l’ho sperimentata non solo sulla mia pelle normale, ma anche su quella grassa e al tempo stesso sensibile del mio lui — che ho dovuto costringere, del resto io sono contro la sperimentazione sugli animali, mica sugli uomini!

Piccolo appunto sulla pelle grassa o tendente all’acneico: le cause possono essere molteplici, da uno squilibrio ormonale all’utilizzo di determinati farmaci. L’utilizzo di prodotti aggressivi, che promettono di liberarti da acne e impurità, spesso può fare più danno che altro: la pelle viene aggredita e completamente spogliata dalla sua naturale produzione di sebo e quindi è stimolata a produrne ancora di più, sempre di più, in un circolo vizioso senza fine.

L’oil wash, al contrario, la pulisce in maniera delicata e senza alterarne il naturale equilibrio, perché il sebo che viene eliminato con questa tecnica viene anche sostituito dall’olio vegetale che hai scelto: la pelle quindi non si sentirà “priva di protezione” e non sarà portata a produrre altro sebo.

Come fa l’olio a pulire la pelle? In base al principio “il simile dissolve il simile”, l’olio massaggiato sul viso riesce a sciogliere in maniera efficace lo sporco che si accumula nei pori — residui di make-up, sebo naturalmente prodotto dalla pelle, sporco causato dall’esposizione all’aria inquinata della città — e lo sostituisce, proteggendo e nutrendo la pelle. Se fatto in maniera corretta e costante, l’Oil wash può essere un valido aiuto per la pelle secca, per quella grassa, per eliminare brufoli e punti neri. Il tutto, lasciandoti la pelle sana, equilibrata e ben idratata.

Ti ho incuriosita? Ottimo, allora ti spiego come procedere, passo dopo passo, per realizzare questa semplice tecnica di pulizia della pelle. L’idea di base è quella di usare uno o più oli naturali, mescolati in base al tuo tipo di pelle. Ma tranquilla, niente mix esotici: ti basteranno olio di ricino (lo trovi in farmacia) e olio d’oliva. In base al tipo di pelle che hai, mescola:

  • 30% di olio di ricino e 70% di olio d’oliva per la pelle grassa o mista
  • 20% di olio di ricino e 80% di olio d’oliva per la pelle normale
  • 10% di olio di ricino e 90% di olio d’oliva per la pelle secca

Leggi le percentuali ma non immaginarti quantità smodate: misura con un cucchiaino e vedrai che avrai una quantità più che sufficiente per l’Oil Wash. Inizia provando il mix per il tuo tipo di pelle, ma le quantità non sono fisse e inalterabili: puoi provare a modificarle fino a trovare il mix giusto per te, quello che ti piace di più sia a livello di consistenza che a livello di risultato finale.

Prendi anche un panno morbido e pulito: a me piace usare uno in microfibra perché trovo che pulisca bene la pelle, ma va bene anche la classica spugna.

A questo punto versa un dose generosa del mix di oli sul palmo della mano, strofinalo contro l’altro per riscaldarlo e applicalo su viso e collo — non dimentichiamo il collo! Massaggia lentamente e delicatamente, con movimenti circolari, insistendo di più sulle aree più problematiche.
Prenditi tutto il tempo necessario, pensa che l’olio sta penetrando nella pelle, ammorbidendo lo sporco dentro ai pori e rimuovendo ogni impurità: dedicati almeno 5–10 minuti di massaggio. Quando senti che la pelle è satura d’olio, prendi il panno e bagnalo con acqua molto calda, strizzalo e applicalo sul viso. Lascialo lì, dagli tempo di raffreddare: il suo calore aprirà i pori e farà penetrare ancora meglio l’olio. Una volta freddo, ripeti il processo: bagna di nuovo il panno con l’acqua calda, strizzalo, applicalo sul volto e aspetta che si raffreddi. A questo punto puoi — con delicatezza — passare il panno sul viso per rimuovere gli ultimi residui di olio, ma senza strofinare in maniera violenta — resisti all’impulso!
Al termine dovresti avere la pelle perfettamente pulita, soffice e morbida. Se per caso dovessi sentire che “tira”, prendi un paio di gocce dal mix di oli e massaggiale delicatamente sul viso.

L’Oil Wash tradizionale:
– andrebbe eseguito sulla pelle asciutta, ma se proprio non sopporti la sensazione di spalmare l’olio “a crudo”, puoi inumidire prima il viso con un pochino di acqua tiepida.
– andrebbe fatto di sera, prima di andare a dormire, in modo da avere davanti tutta la notte per permettere alla pelle di goderne i benefici.
– andrebbe fatto sulla pelle pulita. E’ vero che l’olio può rimuovere anche il make-up, ma perché fargli fare tutto il lavoro da solo? Struccati prima come fai abitualmente, in modo che poi l’olio si possa concentrare solo sullo sporco più ostinato.
– ti lascia la pelle liscia e morbida e non è necessario detergerla e/o applicare una crema idratante. Se però ne senti il bisogno, potrebbe essere la spia del fatto che non hai usato il mix giusto per te: tenta ancora e sarai più fortunata!
andrebbe eseguito regolarmente, ma non troppo spesso. Impara a capire quando la pelle te lo “chiede”: una volta a settimana? Di più? Di meno? Se lo fai troppo spesso potrebbe seccarti la pelle, troppo di rado potrebbe non darti tutti i benefici.
– può essere fatto sotto la doccia o, meglio ancora, nella vasca da bagno, per aggiungere una coccola extra al tuo momento relax.

Ovviamente sono curiosissima di sapere se hai provato questa tecnica e come ti sei trovata perciò scrivimi un commento con la tua esperienza!

P.S. Questo è un estratto della mia Newsletter settimanale, che arriva tutti i lunedì. Se ti è piaciuto puoi iscriverti qui. Se invece vuoi tornare al mio sito puoi cliccare qui.


 

Vuoi iscriverti alla mia newsletter? Clicca qui!, oppure se vuoi puoi visitare il mio Shop Online

 


Beauty Routine, Makeup, Stiamobio, Viso

Pulizia viso quotidiana

Marzo 24, 2014

Ultimamente mi sto trovando bene con questo sistema, ha dato alla mia pelle un bell’aspetto glowing e chiuso tutti i pori, perciò ho pensato di condividerlo:

Mattina

Lavo il viso con acqua fredda (lo so, aiuto! ma è fondamentale per riattivare la microcircolazione, quella che porta il nutrimento a ogni singola cellula), il mio detergente delicato e la spazzola Clarisonic, uno sfizio che mi sono tolta a NY lo scorso settembre, grazie al cambio favorevole $-€. Una spazzolina manuale credo andrebbe benissimo lo stesso. Poi stendo contorno occhi e crema idratante e ho fatto.

Sera

Tolgo il trucco con il burro struccante, stavolta usando l’acqua tiepida che mi aiuta a sciogliere il make up, e poi ripasso il detergente viso delicato per lavare bene via tutto, residui di trucco e di struccante. Di nuovo contorno occhi e crema idratante, poi a ninna.

Credo che le chiavi fondamentali siano l’acqua fredda la mattina, che da alla pelle una bella sferzata e la ricompatta, e il detergente delicato che la lava senza aggredirla. Fatto sta che da quando seguo questa routine ho la pelle più pulita e compatta. Certo, immagino che aver drasticamente ridotto le dosi di cioccolato fondente abbia aiutato!!!

P.S. Questo è un estratto della mia Newsletter settimanale, che arriva tutti i lunedì. Se ti è piaciuto puoi iscriverti qui. Se invece vuoi tornare al mio sito puoi cliccare qui.


 

Vuoi iscriverti alla mia newsletter? Clicca qui!, oppure se vuoi puoi visitare il mio Shop Online