ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI DOUBLE B
{ Double never spams }
Browsing Category

Detox

Detox, Pelle, Skincare, Viso

Beauty Journaling: il diario di bellezza

Ottobre 16, 2017

Premessa
Ricevo spesso messaggi che suonano più o meno così: “la mia pelle è impura/secca/grassa/mista/coi brufoletti/aggiungi-sciagura-a-caso e uso il prodotto XX: tu che mi consigli?!
La mia risposta in genere è: “Mandami l’INCI del prodotto XX e vediamo se va bene”.
La mia — purtroppo — è una risposta sbagliata.
A voler essere proprio precisa, dovrei chiedere: “Ma tu, quali e quanti prodotti usi?!

Facciamo due conti
Mi spiego meglio: nella migliore delle ipotesi ogni giorno mettiamo su viso e corpo un minimo di 20 prodotti — e mi sto tenendo bassa!
Parto con la lista, in ordine sparso: detergente viso, crema idratante, fondotinta, cipria, blush, correttore, struccante, shampoo, balsamo, docciaschiuma, mascara, ombretto, matita labbra, rossetto, burrocacao, dentifricio, crema corpo, contorno occhi, siero, trattamenti spot on per i brufoli.

Ciascuno di questi prodotti è composto da — come minimo!! — 10 ingredienti.
Visto che la matematica non è un’opinione, ogni giorno ci mettiamo addosso oltre 200 ingredienti cosmetici — non entro qui nel merito se siano naturali o meno — e sono tantissimi! Troppi per riuscire a stabilire quale sia il prodotto incriminato che provoca la pelle “impura/secca/grassa/mista/coi brufoletti/sciagura-a-caso”.

E non voglio sentirti dire che la pelle “impura/secca/grassa/mista/coi brufoletti/sciagura-a-caso” ce l’hai sempre avuta: la maggior parte delle persone ha una pelle normale, in grado di funzionare benissimo da sola, se lasciata stare!

Double cosa mi consigli?!
Ti consiglio il beauty journal: è il primo step verso la conquista di una pelle davvero bella!
Se sei stata una volta nella vita dal nutrizionista probabilmente conosci il food journal, o diario alimentare: il beauty journal è la stessa cosa! Devi scrivere per qualche giorno — facciamo una settimana per sicurezza — tutti i prodotti cosmetici che usi durante le 24 ore.
Tutti, nessuno escluso.
Qualunque cosa tocchi la tua pelle — il sapone del bagno dell’ufficio, il gel disinfettante che tieni in borsa, il deodorante — dev’essere scritto nel beauty journal.

Nello stesso tempo, tieni sotto stretta osservazione la tua pelle: noti irritazioni, arrossamenti, brufoletti, zone secche, aree lucide? Se la risposta è sì, chiediti quando sono comparsi.

Esattamente come nel food journal, potresti notare delle correlazioni che ti erano sfuggite: labbra screpolate dopo aver lavato il viso con quel detergente, brufoletti sulla schiena comparsi dopo aver cambiato shampoo…
Non è detto che si tratti di cosmetici con INCI brutti: potresti anche scoprire di avere una lieve forma di allergia/intolleranza ad un ingrediente naturale — ho tante amiche che non tollerano l’aloe, ad esempio!

Se ne hai voglia, prova a tenere il beauty journal e poi fammi sapere come va, io sono sempre qui se hai bisogno di dritte e consigli!

P.S. Questo è un estratto della mia Newsletter settimanale, che arriva tutti i lunedì. Se ti è piaciuto puoi iscriverti qui. Se invece vuoi tornare al mio sito puoi cliccare qui.


 

Vuoi iscriverti alla mia newsletter? Clicca qui!, oppure se vuoi puoi visitare il mio Shop Online

 


Bellezza Diy, Corpo, Detox, Natural Beauty

Tutti gli usi beauty del Sodium Bicarbonate

Ottobre 2, 2017

Sembra talco ma non è, serve a darti l’allegria!

Ti confesso una cosa sul bicarbonato: io lo considero pochissimo.

Intendiamoci, in cucina c’è sempre, ma se dovessi pensare a un ingrediente davvero utile non mi verrebbe in mente per primo e sarebbe uno sbaglio perché può essere usato in tantissimi modi!

Così ho pensato che oggi potremmo vederne assieme qualcuno, limitandoci al settore beauty — Io ad esempio lo metto anche nella lettiera dei gatti perché assorbe gli odori, ma non lo definirei un trattamento di bellezza!

  • E’ la base più delicata per uno scrub fai da te, molto più gentile sulla pelle rispetto ai cristalli di sale o di zucchero, che sono più ruvidi. Puoi mescolarlo a un po’ di olio vegetale (oliva, jojoba, mandorle…quello che vuoi!) e massaggiare l’impasto sulla pelle inumidita per un minuto, con movimenti circolari.
  • Se lo mescoli a pochissima acqua — vuoi ottenere una pasta densa — è un ottimo rimedio per brufoli, punti neri e imperfezioni. Oltre ad essere un delicato esfoliante, il bicarbonato asciuga le impurità quindi ti basta applicare questa pasta sul brufoletto per 5 minuti e poi rimuovere con una spugna inumidita.
  • Lo puoi usare come ingrediente base per un deodorante fai da te davvero semplice: prendi un bicchiere di acqua e fai una soluzione satura di bicarbonato, ovvero versa dentro un cucchiaino per volta e mescola finché non si scioglie. Quando la polvere di bicarbonato non si scioglierà più avrai ottenuto una “soluzione satura”. Versa il tutto in un flacone con lo spray e usalo come deodorante!
  • E’ un ottimo sostituito del dentifricio — a meno che tu non abbia lo smalto particolarmente delicato o rovinato in quel caso potrebbe essere un po’ aggressivo. Bagna lo spazzolino da denti e mettici sopra un pizzico abbondante di bicarbonato, poi lava i denti come al solito. Ha anche un leggero effetto sbiancante!
  • Ti ricordi questo post sul mio blog? Il bicarbonato può essere mescolato allo shampoo per regalare un rapido detox ai tuoi capelli, aiutandoli a liberarsi del build up di ingredienti “brutti” che si sono accumulati sulle lunghezze se non usi solo prodotti 100% green., aiutandoli a liberarsi del build up di ingredienti “brutti” che si sono accumulati sulle lunghezze se non usi solo prodotti 100% green.
  • Il rimedio più classico di tutti: un bagno (o un pediluvio) tonificante. Sciogli nella vasca mezza tazza di bicarbonato e goditi 15 minuti di immersione nell’acqua calda…perfetto per i primi freddi che si avvicinano!

Se conosci altri modi per usare il bicarbonato, fammeli sapere che aggiorno la lista!

P.S. Questo è un estratto della mia Newsletter settimanale, che arriva tutti i lunedì. Se ti è piaciuto puoi iscriverti qui. Se invece vuoi tornare al mio sito puoi cliccare qui.


 

Vuoi iscriverti alla mia newsletter? Clicca qui!, oppure se vuoi puoi visitare il mio Shop Online

 


Bellezza Diy, Capelli, Detox, Diy, Green Beauty

Detox per capelli

Febbraio 24, 2016

La cosa più difficile nel passare ai prodotti green è abituare i capelli.
L’ho raccontato un anno fa in questo post: i benefici sulla pelle sono stati immediati e stupefacenti, i capelli invece ci hanno messo un sacco di tempo da abituarsi e la transizione non è stata facile. So di essere un buona compagnia perché mi sento spesso dire “non riesco a usare gli shampoo ecobio” e si lo so, ti capisco.

Perché succede?
Se usi i prodotti tradizionali i tuoi capelli sono ricoperti da strati di silicone, sedimentati negli anni. Lo shampoo green ci mette un po’ di lavaggi a sciogliere questo strato e a portare alla luce il fusto che c’è sotto. Quest’ultimo ovviamente è secco e squamoso perché ha passato un sacco di tempo soffocato da una pellicola impermeabile che gli ha impedito di assorbire i nutrienti dei vari balsami/impacchi. Solo a questo punto il capello inizierà a migliorare, ma nel frattempo dovrai convivere con capelli secchi come paglia.

Come accelerare il processo?
Poche semplici regole:
1. Se decidi di passare ai prodotti green per capelli, non ci sono vie di mezzo. Non ha senso continuare a utilizzare uno shampoo tradizionale e una maschera bio o viceversa: basta silicone una volta per tutte
2. Fai un detox ai tuoi capelli per aiutarli a smaltire più velocemente le incrostazioni — fa schifo come termine, ma rende perfettamente — siliconiche accumulate nel tempo.

DETOX PER CAPELLI
Ti servono pochissimi ingredienti: uno shampoo green, un po’ di sale grosso da cucina e — optional — qualche goccia di olio essenziale di rosmarino, che stimola il microcircolo della cute.
Le dosi sono semplici: 2 cucchiai di sale, 1 di shampoo, 5 gocce di olio essenziale. Mescola il tutto e usa come se fosse un normale shampoo, poi sciacqua MOLTO BENE i capelli e metti il balsamo.
Occhio però, questo non è uno shampoo da usare per lavaggi frequanti: usalo una volta ogni dieci giorni durante il primo mese di transizione ai prodotti green, non di più perché il sale tende a seccare la cute.

Bonus tip: se pensi che il sale sia troppo aggressivo per te puoi provare a sostituirlo con il bicarbonato. Non ha lo stesso effetto detox ma in ogni caso farà un buono scrub ai capelli, aiutandoli a liberarsi dal silicone.

P.S. Questo è un estratto della mia Newsletter settimanale, che arriva tutti i lunedì. Se ti è piaciuto puoi iscriverti qui. Se invece vuoi tornare al mio sito puoi cliccare qui.


 

Vuoi iscriverti alla mia newsletter? Clicca qui!, oppure se vuoi puoi visitare il mio Shop Online

 


Detox, Green Beauty, Nutri La Tua Pelle, Tailoredtip, Vegan

Quali cibi mangiare per una pelle splendida

Febbraio 1, 2016

Ok, questo post ti suonerà sicuramente un po’ strano perché ehi, io vendo cosmetici, non cibo! Ma ormai mi conosci: se credo in una cosa te la dico chiaro e tondo senza tanti giri di parole. Da quando è nata Double B la domanda che mi sento rivolgere più spesso è: “Ho la pelle secca/sottile/segnata/con rughe/spenta/impura/aggiungi-un-aggettivo-a-tua-scelta, hai una crema per me??” E la mia risposta è sempre la stessa: “I miracoli in boccetta non esistono!”.
Ed è vero, semplicemente. Chi ti promette una pelle splendida in due settimane, capelli riparati in tre minuti, rughe appianate in un secondo….beh, mente — e 9 volte su 10 ti vuole vendere del silicone.
I cosmetici fanno al massimo il 20% del lavoro — e guarda che mi sto tenendo larga con le percentuali! — tutto il resto dipende da te, dal tuo stile di vita, da quanta acqua bevi, dall’attività fisica… In parte anche dai geni, ma anche qui tu hai un ruolo determinante con le tue scelte. Per dirne una, io assomiglio a mio padre come una goccia d’acqua, ma lui non ha mai messo una crema idratante in vita sua e beve pochissima acqua, io tutto il contrario: è ovvio che tra trent’anni avrò molte meno rughe, pur avendo la stessa conformazione del viso.

Venendo al “siamo quello che mangiamo”, non voglio farti nessun moralismo green o vegan su cosa dovresti mangiare dal punto di vista etico — anche perché se lo facessi non sarei diversa dagli etero che non vogliono i matrimoni gay: parto sempre dal presupposto che siamo tutti liberi di fare quello che ci pare finché non rompiamo le scatole al prossimo. Voglio però parlarti di studi scientifici che dimostrano come alcuni alimenti siano dannosi per la nostra bellezza, mentre altri sono dei potentissimi alleati.

Il primo cibo contro il quale viene puntato il dito è lo zucchero, insieme a tutti gli alimenti che all’interno del nostro corpo “funzionano” come lui: i carboidrati raffinati. Il problema non è tanto “lo zucchero fa ingrassare”, ma il fatto che questo tipo di alimenti mettono l’insulina sulle montagne russe ed è dimostrato che gli sbalzi glicemici, oltre ad essere uno stress per il nostro organismo e ad avere effetti negativi sull’equilibrio ormonale, causano uno stato d’infiammazione all’interno del corpo. Questa infiammazione a sua volta produce enzimi che danneggiano il collagene e l’elastina — sostanze amiche della pelle che la proteggono dal rilassamento. Questo fenomeno si chiama glicazione: le molecole di zucchero si legano alle proteine del collagene e dell’elastina con conseguente perdita di elasticità dei tessuti che diventano rigidi e perdono struttura — ecco le rughe!

“Ok, e i cibi invece che mi fanno bella quali sono?”
Difficile rispondere con un mero elenco, anche perché non basta mangiare questo o quello: è la diversità di nutrienti ad essere efficace. In generale dovresti cercare di mangiare cibi che siano:

  • Antiossidanti — proteggono le membrane cellulari e combattono i radicali liberi
  • Antinfiammatori — cibi ricchi di selenio e zinco, che contrastano i processi infiammatori
  • Idratanti — Hai presente come sta un pianta se non l’annaffi? E poi come si riprende appena le dai l’acqua. Lo stesso succede alle tue cellule.

Gli americani, che amano gli acronimi, parlano dei G-BOMBS: Greens, Beans, Onions, Mushrooms, Berries & Seeds. Un’alimentazione che li comprenda tutti è sicuramente amica della bellezza della pelle — oltre che della salute. Ovviamente c’è anche un altro fattore che entra in gioco ed è la costanza: i risultati si vedono nel tempo, non se mangi un’insalata ogni tanto.

Si, tutto bello a livello teorico, ma lo sento che stai per protestare con un “ma il cibo sano non è buono”. Lo pensavo anche io e mi sbagliavo.
Poi ho incontrato lei ed ho scoperto che:

  • le centrifughe fatte di sola verdura possono essere buonissime
  • il pesto di avocado, anacardi e lime batte di gran lunga quello genovese
  • la rawtella non ha niente da invidiare alla Nutella
  • la barbabietola può essere l’ingrediente base del miglior cupcake al cioccolato che tu abbia mai mangiato

Così ho pensato che magari potrebbe farti piacere un guest post ogni tanto, con ricette semplici e realizzate con ingredienti che fanno davvero bene alla tua pelle: che ne pensi?

P.S. Questo è un estratto della mia Newsletter settimanale, che arriva tutti i lunedì. Se ti è piaciuto puoi iscriverti qui. Se invece vuoi tornare al mio sito puoi cliccare qui.


 

Vuoi iscriverti alla mia newsletter? Clicca qui!, oppure se vuoi puoi visitare il mio Shop Online

 


Detox, Diy, Green Beauty, Nutri La Tua Pelle, Tailoredtip

#TailoredTip del lunedì — ho scoperto l’acqua calda!

Novembre 2, 2015

#TailoredTip del lunedì! Se tra tutte le idee e i suggerimenti beauty che trovate in giro voleste tenere una sola attività/routine di bellezza, tenete l’acqua e limone!
Da più di un anno ho introdotto questa abitudine mattutina e si è rivelata FAVOLOSA: inizio la giornata con un bicchiere di acqua tiepida nel quale verso il succo di mezzo limone appena spremuto.

Detta così può suonare strano, ma porta parecchi benefici: in primis mi fa passare la gastrite. “Ma come”, direte voi, “il limone che è acido ti fa passare la gastrite?” Sissignori! Perché il limone è solo acido al gusto, ma una volta nello stomaco ha un effetto alcalinizzante (in breve: l’acido citrico si ossida e i sali che ne derivano danno origine a carbonati e bicarbonati di calcio e potassio che contribuiscono all’alcalinità del sangue) e già questo sarebbe un motivo sufficiente per bere tutte le mattine acqua e limone, ma non è il solo! Vediamo gli altri benefici:

  • Al mattino il nostro corpo è disidratato, perché per otto ore non abbiamo bevuto, quindi iniziare la giornata con l’acqua non può che fare bene.
  • Il limone poi è ricco di Vitamina C che, oltre a aiutarci a sconfiggere il raffreddore, fa benissimo alla pelle.
  • Tenere basso il PH del nostro organismo attraverso cibi alcalinizzanti, è un valido aiuto per dimagrire più in fretta.

Vi sembra poco?! A me no. So che poi in rete circolano diversi articoli di come il limone — o meglio, la vitamina C — sia in grado di guarire il cancro. Gli aspetti miracolistici li lascio volentieri alla fede e alla scienza, io vi dico solo quello che ha fatto per me questa abitudine: se la sera prima ho esagerato con cibo e alcool e mi sento lo stomaco sottosopra, il bicchiere di acqua e limone mi rimette in sesto. Basta e avanza!

P.S. Questo è un estratto della mia Newsletter settimanale, che arriva tutti i lunedì. Se ti è piaciuto puoi iscriverti qui. Se invece vuoi tornare al mio sito puoi cliccare qui.


 

Vuoi iscriverti alla mia newsletter? Clicca qui!, oppure se vuoi puoi visitare il mio Shop Online

 


Bellezza Diy, Capelli, Detox, Diy

Sicure che i capelli siano puliti? — #DB10BC Day 10

Gennaio 16, 2015

Ci siamo, oggi è l’ultimo giorno della #DB10BC! Com’è andata per voi? Siete riuscite a trovare 10 minuti al giorno da dedicarvi? Quale attività vi è piaciuta di più? Ce n’è una che vorreste mantenere? Fatemi sapere, sono curiosa!

Oggi voglio darvi una dritta per avere capelli sani e davvero PULITI: se siete abituate ad usare shampoo non ecobio, probabilmente i vostri capelli sono soffocati da strati su strati di siliconi, perché quasi tutti gli shampoo in commercio ne contengono “a pacchi”. Come fare per pulirli? Col bicarbonato!

Sotto la doccia mescolate una dose di shampoo (e se magari lo prendete uno verde mi fate felice) con due cucchiai da tavola di bicarbonato, che agirà come scrub sulle lunghezze e sulla cute per eliminare tutte quelle sostanze chimiche che col tempo si sono attaccate ai capelli. Poi balsamo come fate di solito e via, avete fatto!

P.S. Questo è un estratto della mia Newsletter settimanale, che arriva tutti i lunedì. Se ti è piaciuto puoi iscriverti qui. Se invece vuoi tornare al mio sito puoi cliccare qui.


 

Vuoi iscriverti alla mia newsletter? Clicca qui!, oppure se vuoi puoi visitare il mio Shop Online

 


Detox, Lifestyle, Nutri La Tua Pelle, Wellness

Nutri la tua pelle — #DB10BC Day 2

Gennaio 8, 2015

Buongiorno bellezze, come sono le mani? Ancora morbide dopo lo scrub di ieri, scommetto! Oggi, per il secondo giorno della #DB10BC ci prendiamo cura della nostra bellezza dall’interno, con uno smoothie. D’inverno faccio molta più fatica a mangiare frutta e verdura, per via del freddo: se fuori il termometro è sotto i 5 gradi, preferisco una tazza di the coi biscotti piuttosto che una ciotola di frutta fresca. La verdura poi, è un altro problema: col freddo la concepisco solo sotto forma di zuppa calda coi crostini, e per l’insalata ne riparliamo ad aprile!

Purtroppo però non si vive di soli biscotti e un trucco per assumere le famose cinque porzioni di frutta e verdura quotidiane è lo smoothie! Frullati e centrifugati di frutta e verdura fanno benissimo, lo sappiamo, il problema è che spesso hanno un sapore raccapricciante: avete mai provato a bere un frullato “verde”, cioè fatto solo con la verdura? Finché è lattuga passi, ma alcuni prevedono il kale, ovvero i nostri broccoletti! Aargh! Mi dispiace, ma c’è un limite ai sacrifici che sono disposta a fare per avere una bella pelle. La ricetta che vi propongo è fatta con sola frutta e giuro che è buono, perciò vedete di trovare i 10 minuti che servono a prepararlo!

Frullate:

  1. 1 Banana
  2. 1/2 mango (se non sapete come pulirlo, guardate questo video)
  3. 1 manciata di fragole (surgelate, che non è stagione)
  4. 1 manciata di frutti di bosco (idem come per le fragole. Non so a voi, ma a me le vaschette di frutti di bosco che vedo al supermercato, provenienza “Messico”, fanno un po’ strano: come fanno a venire dal Messico e essere frutta “fresca”?!)

Potete aggiungere latte o latte vegetale (a me piace quello di soia) fino a raggiungere la consistenza desiderata, e se vi piace spolverate con un pizzico di cannella.

Allora?! E’ buono?!

P.S. Questo è un estratto della mia Newsletter settimanale, che arriva tutti i lunedì. Se ti è piaciuto puoi iscriverti qui. Se invece vuoi tornare al mio sito puoi cliccare qui.


 

Vuoi iscriverti alla mia newsletter? Clicca qui!, oppure se vuoi puoi visitare il mio Shop Online

 


Beauty Routine, Capelli, Corpo, Detox

Trovare il tempo per prendersi cura di se…aka gogna pubblica se sgarri!

Gennaio 6, 2015

Alla vigilia delle vacanze di Natale mi ero ripromessa di approfittare del tempo libero che mi aspettava per dedicarmi un po’ a me stessa, prendermi cura di me tutti i giorni e farmi un po’ di coccole. Bene, fantastico. Indovinate in che condizioni sono oggi le mie mani?! Pietose, esatto! Ve la faccio breve: avrò anche avuto il tempo, ma la pigrizia ha sempre preso il sopravvento. Una vocina nella mia testa diceva: “Lo fai dopo dai, adesso vediamoci un’altra puntata di Grey’s Anatomy” oppure “Vabbé è inutile metterti lo smalto adesso che è sera e di sicuro si rovina quando vai a dormire, avrai tempo domani”. Eccetera eccetera. Suona familiare? A me capita SEMPRE! Poi arrivo a un punto di non ritorno, quando manicure, pedicure, ceretta e piega ai capelli non sono più rimandabili, nemmeno di un giorno e per mettere a posto tutto mi serve mezza giornata (che non ho)!

Perciò mi sono detta: “Mi serve un po’ di stimolo pubblico” (chiamiamola pure gogna, se volete) e da qui è nata l’idea della 10Day Beauty Challenge, che però è troppo lungo e quindi diventa la #DB10BC (DoubleB 10 Day eccetera). In pratica: 10 minuti al giorno per 10 giorni, una mini routine di bellezza al giorno, che non porti via — appunto — più di 10 minuti di tempo. Potrà essere un piccolo momento da dedicare

  • al viso
  • alle mani
  • alla schiena
  • allo spirito

Ogni mattina vi racconterò nei minimi dettagli COSA intendo fare, qui sul blog, e la sera posterò sulla pagina Facebook com’è andata. Così almeno non potrò sgarrare perché voi mi controllerete.

Chi se la sente di fare la #DB10BC con me?! The more, the merrier: ci possiamo incoraggiare a vicenda e prometto di postarvi tante ricette faidate (sono una fanatica del DIY) senza ingredienti introvabili, tipo l’algabranchia (cit.). Prometto anche di essere a disposizione per incoraggiamenti e se per caso saltate un giorno non verrete fustigate in pubblica piazza! 😉

Si comincia domani bellezze: fatemi sapere nei commenti se ci state, io vi aspetto!

P.S. Questo è un estratto della mia Newsletter settimanale, che arriva tutti i lunedì. Se ti è piaciuto puoi iscriverti qui. Se invece vuoi tornare al mio sito puoi cliccare qui.


 

Vuoi iscriverti alla mia newsletter? Clicca qui!, oppure se vuoi puoi visitare il mio Shop Online

 


Cruelty Free, Detox, Diy, Nutri La Tua Pelle, Tailoredtip

Latte di mandorla homemade

Aprile 12, 2014

Sono una ferma sostenitrice del do-it-yourself e credo davvero che basti impegnarsi un pochino per imparare a fare di tutto. Voglio dire, mi faccio la crema per il viso da sola, che ci vuole a farsi il latte di mandorle a casa?!?

E in effetti non ci si mette nulla, basta ricordarsi di lasciare le mandorle sgusciate (io uso quelle non pelate, le preferisco) in ammollo per una notte, poi si frullano con l’acqua (1 parte di mandorle, 4 di acqua minerale naturale), si filtra ed è pronto. Facile, no?

Ovviamente NON è il latte di mandorla “alla Siciliana”, cioè quello zuccherato e dolcissimo che da una seria forma di dipendenza (“Ciao, sono Sara e sono tre giorni che non bevo latte di mandorla.” “Ciao Sara.”) ma di un’alternativa sana e vegan al latte vaccino, ovviamente senza lattosio per chi — come me — ha problemi d’intolleranza. E’ un latte “ricco” ma privo di colesterolo, pieno di vitamina D e vitamina E (che restano intatte visto che le mandorle restano crude) ed ha un indice glicemico molto basso. In frigo si conserva per qualche giorno, in una bottiglia di vetro ben chiusa ed è ottimo in smooties e frullati, ma a me piace anche a colazione con un po’ di caffè.

Bonus tip: e con la polpa di mandorle frullata che ci faccio? La mescolo con un pochino di miele per ottenere uno scrub viso delicato e nutriente! Non si butta via niente!! 🙂

P.S. Questo è un estratto della mia Newsletter settimanale, che arriva tutti i lunedì. Se ti è piaciuto puoi iscriverti qui. Se invece vuoi tornare al mio sito puoi cliccare qui.


 

Vuoi iscriverti alla mia newsletter? Clicca qui!, oppure se vuoi puoi visitare il mio Shop Online