ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI DOUBLE B
{ Double never spams }
Uncategorized

Brufoli: tutti i rimedi – anche quelli che non conosci!

Luglio 24, 2019

Oggi volevo parlare con te di brufoli.

Attenzione: non di acne, che è una condizione più o meno permanente della pelle, ma proprio di quei mostriciattoli che spuntano occasionalmente in faccia, di solito alla vigilia di un evento importante!

Vengono fuori per moltissime cause diverse: stress, intolleranze alimentari, cosmetici che occludono la pelle, utilizzo di alcuni medicinali, eccessiva produzione di sebo, uno squilibro ormonale…in pratica non c’è un’unica causa, probabilmente influisce anche la congiunzione astrale della Luna con Giove quando Saturno è nei Pesci. 🤦🏻‍♀️

Ora, vista la molteplicità di cause che possono farti venire i brufoli, quello che sto per dirti ti suonerà assurdo: prevenire è meglio che curare.

“Double scusa, ma come faccio a prevenire una cosa se non so QUALE SIA la causa?!?”

Ottima domanda: è vero, non so se il mostro che è comparso sulla fronte sia causato dal ciclo imminente o dall’impepata di cozze che ho mangiato ieri, ma quello che succede sulla pelle è sempre lo stesso.

Tutto comincia con un punto nero (o comedone), cioè un poro dove si è creato un “tappo” fatto di cellule morte, sebo e sporco. Se sotto questo tappo s’infilano i batteri – cosa possibilissima: la superficie del nostro corpo è ricoperta da miliardi di batteri – si sviluppa l’infiammazione. Il nostro corpo non resta certo a guardare: manda subito sul campo anticorpi e globuli bianchi, che nel giro di 24-48 ore distruggono l’infezione. Si crea allora la puntina gialla del brufolo: acqua, sebo, anticorpi e batteri caduti sul campo. Questo liquido giallo cerca di uscire dalla pelle, il gonfiore diminuisce, il rossore si attenua e il brufolo è guarito.

Tutto questo spiegone serve a rispondere alla domanda che hai fatto prima: come prevenire i brufoli?

La riposta è: evitando che si formino i punti neri e mantenendo la pelle pulita il più possibile

Ecco un po’ di dritte per prevenire la comparsa dei brufoli:

  • Bevi tanta acqua, per favorire il corretto funzionamento del tuo organismo e della tua pelle: una pelle disidratata tende a trattenere di più al suo interno sebo e sporco, favorendo quindi la comparsa dei comedoni;
  • Struccati SEMPRE: sembra una cretinata, ma sapessi quante ragazze mi scrivono per dirmi che vanno a letto truccate. “È tanto grave Double?!” Sì.
  • Non fare MAI sport con il make-up sulla faccia: quando sudi, la tua pelle dev’essere libera di svolgere le sue funzioni senza essere soffocata da uno strato di fondotinta;
  • Esfolia delicatamente la pelle. Rimuovere spesso le cellule morte ti aiuterà ad avere la pelle più pulita e a ridurre l’insorgere dei brufoli. Scegli degli acidi esfolianti delicati, come gli AHA (il più famoso di tutti, il glicolico) e i PHA (il mio preferito: l’acido mandelico che ho messo dentro il tonico esfoliante). Evita i BHA come il salicilico, più adatti ad una pelle acneica e molto sebacea, ma troppo aggressivi per una pelle normale che ha solo qualche brufoletto ogni tanto;
  • Se hai tanti punti neri, regalati una buona pulizia del viso professionale: evita il fai-da-te perché rischi di peggiorare la situazione.

“Sì vabbè, ma ormai è spuntato il mostro!”

Ok, niente panico: succede! Adesso vediamo come risolvere.

La regola generale è NON TOCCARLO, ma come tutte le regole ha delle eccezioni.

  • Se la pelle è rossa e gonfia, ma NON c’è la puntina gialla, allora la cosa migliore da fare è lasciarlo stare, al massimo puoi aiutarlo con un trattamento spot-on che ti descrivo meglio più avanti. In questa fase l’infezione è ancora in corso: qualunque intervento troppo energico rischia di causare più danno che altro e di lasciarti con una cicatrice.
  • Se invece c’è la puntina gialla puoi schiacciarlo – con tutta una serie di precauzioni, ovviamente: lava bene le mani, disinfetta la pelle prima di intervenire, premi leggermente e e senza insistere, disinfetta quando hai finito e applica una crema antibiotica. L’infezione è appena stata sconfitta dai tuoi globuli bianchi, non vorrai mica farne venire un’altra portando tu stessa batteri con la punta delle dita?!

Trattamento spot on di Double

Questo è quello che faccio io quando vedo che sta per spuntare un brufolo: sul palmo della mano mescolo una goccia del mio siero viso – che è ricchissimo di aloe – e una di olio essenziale di tea tree – antibatterico naturale – e applico sul brufolo aiutandomi con un cotton fioc. Poi prendo un pochino di maschera purificante e la applico solo sulla zona arrossata, lasciandola in posa per 20 minuti: in questo modo il trattamento a base di tea tree penetra meglio nella pelle e gli attivi purificanti della maschera aiutano la pelle a sgonfiarsi. Ripeto almeno una volta al giorno fino a quando l’infiammazione non passa.

“E se rimane la macchia?”

Purtroppo può succedere: un brufolo che lascia una macchia sulla pelle, magari perché l’abbiamo stuzzicato troppo. In questo caso serve tanta pazienza: la macchia, trattata adeguatamente con un prodotto esfoliante, andrà via nel giro di qualche mese. Nel frattempo però è fondamentale non prenderci il sole, quindi è importante mettere SEMPRE la protezione solare.

 

Mentre scrivevo questo post ho chiesto nelle stories di Instagram se avessi delle domande, ecco le risposte a quelle che mi hai fatto!

  • Esistono i brufoli “da caldo”? Più che brufoli veri e propri sono piccoli sfoghi, causati dal fatto che in estate con il caldo la pelle tende a produrre più cellule morte, quindi i pori si occludono con maggiore facilità. Parola d’ordine: esfoliazione!
  • È vera la corrispondenza tra dove sono localizzati e problemi a vari organi? Secondo la medicina cinese sì, ma in tutta onestà non so se crederci o meno.
  • Perché ho ancora i brufoli a 29 anni?! 😭 Perché non hanno nulla a che fare con l’acne ormonale della quale di solito soffrono gli adolescenti! Probabilmente la causa è da un’altra parte.
  • Brufoli su schiena e spalle: come trattarli? Esattamente come quelli sul viso, con licenza di esfoliare in maniera più energica perché la pelle della schiena è più spessa.
  • Come curare i brufoli sottopelle? Non li schiacciare! Aiutali tenendo la parte pulita, evita il make-up, applica una crema antibiotica o il mio trattamento spot on a base di tea tree. (v. sopra)

 

Vuoi iscriverti alla mia newsletter? Clicca qui!, oppure se vuoi puoi visitare il mio Shop Online